Approfondimenti sul Business Plan?

image_pdfPDFimage_printSTAMPA

Introduzione

Questo articolo sarà parte di un progetto più grande di una serie di Post dedicati al Business Plan. Verrà pubblicato un nuovo articolo ogni giorni fino alla suo completamento. Ma intanto cominciamo con le basi. Buona lettura.

Barollo Simone CEO di SBR Software

Cos’è un business plan?

Nella sua forma più semplice, un Business Plan è una guida, una roadmap per la tua azienda che delinea gli obiettivi e scrive nei dettagli come prevedi di raggiungerli.

In questo articolo, esplorerò le sezioni di un business plan, nonché:

  • Chi ha bisogno di un business Plan?
  • Come scegliere il giusto tipo di Business Plan
  • Le informazioni chiave che ogni Business Plan deve includere
  • Come utilizzare il tuo piano per ottenere una crescita più rapida rispetto alla concorrenza.

Per iniziare, non pensare che il business plan sia obsoleto e debba essere un documento lungo e formale come se fosse una tesina di scuola da scrivere. Non è più vero. Sebbene ogni azienda abbia enormi vantaggi da ottenere dalla sua stesura, solo un piccolo sottoinsieme necessita del documento del piano aziendale formale per la ricerca di investitori o per sostenere un prestito aziendale.

La maggior parte di noi ha bisogno solo di un piccolo Business Plan, per uso interno, con solo elenchi puntati e importanti proiezioni. Le aziende devono sempre mantenere aggiornato il loro Business Plan.

Deve essere Snello e di facile comprensione.

Il piano aziendale deve essere snello e facile da leggere perché rende il processo di pianificazione molto meno scoraggiante. Inizi in modo semplice e lo aggiorni piano piano. Non fare nulla che non abbia uno scopo commerciale, quindi non descrivere il tuo team di gestione a meno che tu non abbia bisogno di quella sezione per investitori esterni.

Inoltre, anche per quelli di voi che hanno bisogno di produrre un documento del piano aziendale, il compito di scrivere un piano aziendale formale oggi è molto meno complicato di quanto non lo fosse in passato. Oggigiorno, i piani aziendali sono più semplici, più brevi e più facili da fare di quanto non lo siano mai stati. Sono finiti i giorni dei business plan di 30 e 40 pagine: i business plan moderni sono più brevi, più facili da scrivere e, per fortuna, più facili da leggere (e potresti sempre chiedere ai nostri esperti di SBR Software di scrivere un business plan per te ed efficace).

Cominciamo dalle basi.

Quanto dovrebbe essere lungo il tuo piano aziendale?

In genere, un piano aziendale è solo più lungo di un semplice elenco (sebbene, come vedrai di seguito, è possibile, e talvolta ideale, scrivere l’intero piano aziendale su una pagina). In pratica per me, e per la maggior parte delle realtà aziendali, può essere più semplice avere un elenco di punti chiave già scritti per concentrare la strategia su quello, le tattiche, le pietre miliari per tenere traccia di compiti e responsabilità e le proiezioni finanziarie di base che devi pianificare: flusso di contanti, bilancio, spese.

Come dovresti presentare il tuo business plan?

Una nota sul formato: i piani aziendali dovrebbero essere stampati solo in determinate occasioni, come quando è necessario condividere informazioni con estranei o membri del team. Altrimenti, dovrebbero essere documenti dinamici che mantieni sul tuo computer.

Il piano va avanti all’infinito, il che significa che lo modifichi costantemente, perché valuti regolarmente lo stato di salute della tua azienda, quindi la versione stampata è come foto istantanea di quello che era il piano il giorno in cui è stato stampato.

Cosa include un piano formale?

Se hai bisogno di un documento formale del piano aziendale, questo include elementi come:

Queste sono spesso chiamate “sezioni” o “capitoli” del piano aziendale e approfondirò ciascuna di esse.

Con che frequenza dovresti rivedere il tuo piano aziendale?

In tutti i casi, l’elemento più importante della pianificazione aziendale è il programma di revisione: imposta nel calendario date precise per esaminare i tuoi progressi verso gli obbiettivi che ti eri prefissato. È semplice, ad esempio io pianifico la revisione il terzo venerdì di ogni mese.

In particolare, è il momento di rivedere i tuoi progressi sulle tue pietre miliari (le tue fondamenta) e di confrontare i tuoi progressi effettivi con le tue proiezioni finanziarie. Un vero piano aziendale è sempre sbagliato o incompleto appena è scritto, da qui nasce il bisogno di revisioni regolari. Ricordati che è essenziale fare le revisioni per non buttare tutto il lavoro svolto nel cestino.

Chi ha bisogno di un business plan?

Se hai solo intenzione d’intraprendere un lavoro freelance per integrare il tuo reddito, puoi saltare il piano aziendale. Tuttavia, se stai intraprendendo uno sforzo più significativo che probabilmente consumerà una notevole quantità di tempo, denaro e risorse, allora hai bisogno di un piano aziendale.

Se prendi sul serio i tuoi affari, prendere sul serio la pianificazione è fondamentale per il tuo successo.

Sfortunatamente, molte persone pensano ai piani aziendali solo per avviare una nuova attività o richiedere prestiti. Ma i piani aziendali sono anche vitali per la gestione di un’azienda, la pianificazione strategica, indipendentemente dal fatto che abbia bisogno di nuovi prestiti o di nuovi investimenti. Le aziende esistenti dovrebbero avere piani aziendali che mantengono e aggiornano al variare delle condizioni di mercato e alle nuove opportunità.

Ogni azienda ha obiettivi, obiettivi di vendita e budget di spesa a lungo e breve termine: un business plan comprende tutte queste cose ed è utile per una Startup che cerca di raccogliere fondi come lo è per un’azienda di 10 anni che cerca di crescere.

Le Startup.

Lo scenario di pianificazione aziendale più classico è per una startup, per la quale il piano aiuta i fondatori a scomporre l’incertezza che hanno in parti, come la proiezione delle vendite, il budget di spesa, le fondamenta su cui si basa l’azienda e le attività da svolgere.

La necessità diventa ovvia non appena riconosci di non sapere di quanti soldi hai bisogno e quando ne hai bisogno, senza stabilire vendite, costi, spese e tempi di pagamento previsti. E questo è per tutte le startup, indipendentemente dal fatto che abbiano o meno bisogno di convincere investitori, banche o amici e familiari a dare i loro soldi e finanziare la nuova impresa.

In questo caso, il piano aziendale si concentra sulla spiegazione di cosa farà la nuova azienda, come realizzerà i suoi obiettivi e, cosa più importante, perché i fondatori sono le persone giuste per svolgere il lavoro. Un piano aziendale all’avvio descrive anche la quantità di denaro necessaria per far partire l’attività e attraverso le fasi iniziali di crescita che porteranno (si spera!) alla redditività.

Attività esistenti.

Non tutti i piani aziendali sono per le startup che stanno lanciando la prossima grande novità.

Le aziende esistenti utilizzano i piani aziendali per gestire e guidare strategicamente il business, non solo per affrontare i cambiamenti nei loro mercati e per sfruttare le nuove opportunità.

Usano un piano per rafforzare la strategia, stabilire metriche, gestire responsabilità e obiettivi, monitorare i risultati e gestire e pianificare le risorse, incluso il flusso di cassa critico.

E, naturalmente, usano un piano per impostare il programma per la revisione regolare del business plan.

I piani aziendali possono essere un motore fondamentale di crescita per le aziende esistenti.

Sapevi che le aziende che scrivono piani e li utilizzano per gestire la propria attività crescono del 30% più velocemente rispetto alle aziende che adottano un approccio “seduto sui pantaloni”?

Uno studio del professor Andrew Burke, direttore e fondatore del Bettany Center for Entrepreneurial Performance and Economics presso la Cranfield School of Management, ha scoperto esattamente questo. Per le aziende esistenti, un solido processo di pianificazione aziendale può essere un vantaggio competitivo che guida a una crescita più rapida e una maggiore innovazione. Invece di un documento fermo come una foto, i piani aziendali nelle aziende esistenti diventano strumenti dinamici e coinvolgenti che vengono utilizzati per monitorare la crescita e individuare potenziali problemi prima che facciano ‘deragliare’ l’attività.

Scegliere il giusto tipo di business plan per la tua azienda.

Considerando che i piani aziendali servono a molti scopi diversi, non sorprende che si presentino in molte forme diverse.

Prima ancora d’iniziare a scrivere il tuo piano aziendale, devi pensare a chi è il pubblico e quali sono gli obiettivi del tuo piano. Sebbene ci siano componenti comuni che si trovano in quasi tutti i piani aziendali, come le previsioni di vendita e la strategia di marketing, i formati del piano aziendale possono essere molto diversi a seconda del pubblico e del tipo di attività.

Ad esempio, se stai costruendo un piano per un’azienda biotecnologica, il tuo piano entrerà nei dettagli sui processi di approvazione del governo. Se stai scrivendo un piano per un ristorante, i dettagli sulla posizione e sui lavori di ristrutturazione potrebbero essere fattori critici. Inoltre, la lingua che userete nel piano aziendale dell’azienda biotecnologica sarebbe molto più tecnica della lingua che userete nel piano aziendale per il ristorante.

I piani possono anche differire notevolmente in lunghezza, dettagli e presentazione. I piani che non lasciano mai l’ufficio e vengono utilizzati esclusivamente per la pianificazione e la gestione strategica interna potrebbero utilizzare un linguaggio più informale e potrebbero non essere molto leggibili a persone esterne.

Dall’altro lato dello specchio, un piano destinato alla scrivania di un top venture capitalist (faccio il figo ma significa semplicemente un Investitore 😊) avrà un alto grado di leggibilità e trasparenza e si concentrerà sugli aspetti ad alta crescita del business e sul team esperto che fornirà straordinari risultati.

Ecco una rapida panoramica di tre tipi comuni di piani:

Piano aziendale di una pagina.

Un business plan di una pagina è esattamente quello che sembra: un breve riepilogo della tua attività consegnato su una singola pagina. No, questo non significa una dimensione del carattere molto piccola e un sacco d’informazioni su una singola pagina: significa che l’attività è descritta in un linguaggio molto conciso, trasparente e diretto.

Un business plan di una pagina può servire a due scopi. In primo luogo, può essere un ottimo strumento per presentare l’attività a estranei, come potenziali investitori. Poiché gli investitori hanno pochissimo tempo per leggere piani aziendali dettagliati, un semplice piano di una pagina è spesso un approccio migliore per ottenere quel primo incontro. Più avanti nel processo, sarà necessario un piano più dettagliato, ma il piano di una pagina è ottimo per cominciare.

Questo semplice formato è ottimo anche per le aziende in fase iniziale che vogliono solo abbozzare la loro idea a grandi linee. Pensa al piano aziendale di una pagina come una versione ampliata di una tua annotazione di una idea su un tovagliolo. Mantenere l’idea di business su una pagina rende facile vedere l’intero concetto a colpo d’occhio e perfezionare rapidamente i concetti man mano che emergono nuove idee.

Il piano aziendale, come lo chiamo io, snello.

Un piano ‘snello’ è più dettagliato di un piano di una pagina e include più informazioni finanziarie, ma non è lungo quanto un piano aziendale tradizionale.

I piani aziendali snelli vengano utilizzati internamente come strumenti per la pianificazione strategica e la crescita.

Il Lean Business Plan (piano aziendale dinamico) elimina le formalità necessarie quando si presenta un piano esternamente per un prestito o un investimento e si concentra quasi esclusivamente su strategia aziendale, tattiche, pietre miliari, metriche, budget e previsioni.

Questi piani aziendali snelli saltano sezioni come la storia dell’azienda e il team di gestione poiché tutti in azienda quasi certamente conoscono queste informazioni.

Non farei una sezione sulla strategia di successo del tuo piano aziendale se non stai scrivendo per gli investitori e quindi non sei interessato a un’uscita. Il piano aziendale snello più semplice utilizza elenchi puntati per definire strategia, tattiche, date e attività specifiche concrete e numeri essenziali tra cui vendite previste, spesa e flusso di cassa.

Sono solo da 5 a 10 pagine quando vengono stampati. E pochi piani snelli necessitano di stampa. Lasciali sul computer. Riguardali almeno una volta al mese. Il primo Lean Plan richiede solo poche ore (o meno) e una revisione mensile può richiedere solo un’ora o due al mese.

I piani aziendali snelli sono strumenti di gestione utilizzati per guidare la crescita sia delle startup che delle imprese esistenti. Aiutano gli imprenditori a pensare attraverso decisioni strategiche e misurare i progressi verso gli obiettivi.

Piano aziendale esterno (noto anche come documento del piano aziendale standard).

I documenti del piano aziendale standard e formale, sono progettati per essere letti da estranei per fornire informazioni su un’azienda. L’uso più comune di un piano aziendale completo è convincere gli investitori a finanziare un’attività e il secondo più comune è supportare una richiesta di prestito. Occasionalmente questo tipo di piano aziendale viene utilizzato anche per assumere, formare o assorbire dipendenti chiave, ma è molto meno comune.

Un documento di piano aziendale formale è un’estensione del piano aziendale interno o del piano snello. È principalmente un’istantanea del piano interno così come esisteva in un determinato momento. Ma mentre un piano interno è scritto in modo poco formale poco presentabile, un documento di piano aziendale formale dovrebbe essere presentato molto bene, con maggiore attenzione ai dettagli nella lingua e nel formato.

Inoltre, un piano esterno descrive in dettaglio come verranno utilizzati i potenziali fondi. Gli investitori non si limitano a consegnare contanti senza vincoli: vogliono capire come verranno utilizzati i loro fondi e qual è il ritorno atteso sul loro investimento.

Infine, i piani esterni pongono un forte accento sul team che sta costruendo l’azienda. Gli investitori investono nelle persone piuttosto che nelle idee, quindi è fondamentale includere delle piccole biografie dei membri chiave del team e in che modo il loro background e la loro esperienza aiuteranno a far crescere l’azienda.

Cosa includere nel tuo piano aziendale formale

Anche se abbiamo appena discusso diversi tipi di piani aziendali, ci sono elementi chiave che compaiono praticamente in tutti i piani aziendali. Questi componenti includono il programma di revisione, il riepilogo della strategia, i traguardi, le responsabilità, le metriche (obiettivi numerici che possono essere monitorati) e le proiezioni di base. Le proiezioni includono vendite, costi, spese e flusso di cassa.

Questi elementi fondamentali crescono organicamente in base alle esigenze dell’azienda per l’effettivo scopo aziendale.

L’ordine non ha molta importanza, quindi non preoccuparti di avere il contorno “giusto” fintanto che hai uno schema che funziona. Ecco cosa includono normalmente:

Il Riepilogo esecutivo

Proprio come dice il vecchio saggio secondo cui non hai mai una seconda possibilità di fare una buona prima impressione, il riepilogo esecutivo è il biglietto da visita della tua azienda. Deve essere conciso e raggiungere i punti salienti del piano. Molti potenziali investitori non andranno mai oltre il sommario esecutivo, quindi esso deve essere avvincente e intrigante.

Il riepilogo esecutivo dovrebbe fornire una rapida panoramica del problema risolto dalla tua azienda, la tua soluzione al problema, il mercato di destinazione dell’azienda, i principali punti salienti finanziari e un riepilogo di chi fa cosa nel team di gestione.

Sebbene sia difficile trasmettere tutto ciò che potresti voler trasmettere nel riepilogo esecutivo, mantenerlo breve è fondamentale. Devi attrarre il tuo lettore proprio come in un libro così troverà maggiori dettagli nel corpo del piano mentre continua a leggere. Potresti considerare di utilizzare il tuo piano aziendale a una pagina come se fosse un riepilogo esecutivo.

L’opportunità

Una sezione spesso utile di un piano formale che descrive analisi di mercato, dati, proiezioni, descrizioni e concorrenza. Mercato di destinazione per quanto sia fondamentale che la tua azienda risolva un problema del mondo reale che le persone o altre aziende hanno, è altrettanto importante dettagliare a chi stai vendendo. Comprendere il tuo mercato di riferimento è la chiave per costruire campagne di marketing e processi di vendita che funzionino. E, oltre al marketing, il tuo mercato di riferimento definirà il modo in cui cresce la tua azienda.

Trend di mercato

Descrivi i cambiamenti più importanti in atto nel tuo mercato di riferimento in questo momento. Le esigenze, i dati demografici o le preferenze dei potenziali clienti che stanno cambiando in modo notevole. Idealmente, spiega in che modo queste tendenze favoriranno i tuoi prodotti o servizi rispetto a quelli dei tuoi concorrenti.

Ad esempio, se le persone nel tuo mercato utilizzano sempre più i loro smartphone per attività che erano solite svolgere su un computer, forse l’app mobile che stai sviluppando è ben pensata per catturare una parte più ampia del mercato.

Crescita del mercato

Spiega come il tuo mercato di riferimento è cresciuto o si è ridotto negli ultimi anni. La ricerca qui è fondamentale. Puoi utilizzare ricerche su Internet, associazioni di categoria, società di ricerche di mercato, giornalisti che coprono il tuo mercato o altre fonti credibili per valutare la crescita del mercato.

Un mercato in crescita è incoraggiante poiché suggerisce che c’è una domanda forte per la tua soluzione negli anni a venire. Detto questo, puoi comunque avere successo in un mercato debole o in contrazione. È solo importante riconoscere che stai nuotando controcorrente. Insomma che sei diverso dagli altri.

Concorrenza

Quali altre opzioni hanno i tuoi clienti per soddisfare le loro esigenze e cosa rende la tua soluzione migliore rispetto a loro?

Esecuzione

Prodotti e servizi

La sezione prodotti e servizi del tuo piano aziendale approfondisce il nucleo di ciò che stai cercando di ottenere. In questa sezione illustrerai in dettaglio il problema che stai risolvendo, come lo stai risolvendo, il panorama competitivo e il vantaggio della tua azienda.

A seconda del tipo di azienda che stai avviando, questa sezione può anche descrivere in dettaglio le tecnologie che stai utilizzando, la proprietà intellettuale che possiedi e altri fattori chiave sui prodotti che stai costruendo ora e che intendi costruire in futuro.

Marketing e vendite

Il piano di marketing e vendita descrive in dettaglio le strategie che utilizzerai per raggiungere il tuo mercato di riferimento. Questa parte del tuo piano aziendale e fornisce una panoramica di come posizionerai la tua azienda sul mercato, come valuterai i tuoi prodotti e servizi, come promuoverai le tue offerte e tutti i processi di vendita che devi avere in atto.

Operazioni

A seconda delle specifiche della tua attività, includi piani relativi a sedi e strutture, tecnologia e questioni normative.

Pietre miliari, le tue fondamenta e metriche.

I piani non sono nulla senza una solida implementazione. Il capitolo delle pietre miliari e delle metriche del tuo piano aziendale delinea le attività concrete che intendi portare a termine, complete di date di scadenza e nomi delle persone da ritenere responsabili.

Questo capitolo dovrebbe anche dettagliare le metriche chiave che prevedi di utilizzare per monitorare la crescita della tua attività. Ciò potrebbe includere il numero di lead di vendita generati, il numero di visualizzazioni di pagina del tuo sito web o qualsiasi altra metrica che aiuti a determinare lo stato di ‘salute’ della tua attività.

Descrizione della società

Per i piani esterni, la panoramica dell’azienda è un breve riepilogo della struttura legale, della proprietà, della storia e dell’ubicazione dell’azienda. È comune includere una dichiarazione di intenti nella panoramica dell’azienda, ma questa non è certamente una componente fondamentale di tutti i piani aziendali.

La panoramica dell’azienda viene spesso omessa dai piani interni.

La tua squadra chi è il tuo Team.

Il capitolo del team di gestione di un piano aziendale è fondamentale per gli imprenditori che cercano investimenti, ma può essere omesso praticamente per qualsiasi altro tipo di piano.

La sezione del team di gestione dovrebbe includere biografie del team pertinenti che spieghino perché il personale di gestione è composto dalle persone giuste per i ruoli assegnati. I piani aziendali dovrebbero aiutare a identificare non solo i punti di forza di un’azienda, ma anche le aree che necessitano di miglioramento e le lacune che devono essere colmate.

Identificare le lacune nel team di gestione mostra conoscenza e lungimiranza, non è una mancanza di capacità di costruire il business ma una prova di te stesso.

Piano finanziario

Il piano finanziario è una componente fondamentale di quasi tutti i piani aziendali. Gestire un’attività di successo significa prestare molta attenzione a quanti soldi stai portando e quanti soldi stai spendendo. Un buon piano finanziario aiuta a determinare quando assumere nuovi dipendenti o acquistare una nuova attrezzatura.

Se sei una startup e / o stai cercando finanziamenti, un solido piano finanziario ti aiuta a capire di quanto capitale ha bisogno la tua attività per iniziare o crescere, in modo da sapere quanti soldi chiedere alla banca o agli investitori.

Un tipico piano finanziario include:

  • Previsioni di vendita
  • Piano del personale
  • Conto profitti e perdite
  • Rendiconto finanziario
  • Bilancio

Usare il tuo piano aziendale per andare avanti.

Ho menzionato in precedenza in questo articolo che le aziende che scrivono piani aziendali crescono del 30% più velocemente delle aziende che non lo fanno. Fare questo semplice passo in avanti e fare pianificazione aziendale metterà sicuramente la tua attività in un vantaggio significativo rispetto alle aziende che si limitano ad andare avanti senza piani specifici.

Ma la semplice scrittura di un business plan non garantisce il tuo successo.

Il modo migliore per estrarre valore dal tuo business plan è usarlo come strumento di gestione continua. Per fare ciò, il tuo piano aziendale deve essere costantemente rivisto e rivisto per riflettere sulle condizioni attuali e le nuove informazioni che hai raccolto mentre gestisci la tua attività.

Quando gestisci un’attività, impari cose nuove ogni giorno: cosa piace ai tuoi clienti, cosa non gli piace, quali tattiche di marketing funzionano e quali no. Il tuo piano aziendale dovrebbe essere un riflesso di questi apprendimenti per guidare la tua strategia futura.

Tutto questo suona come un sacco di lavoro, ma non devi pensarla così.

Suggerimenti per estrarre il massimo dal tuo Business Plan nel minor tempo possibile.

  • Usa il tuo business plan di una pagina per delineare rapidamente la tua strategia. Usa questo documento per rivedere periodicamente la tua strategia di alto livello. Stai ancora risolvendo lo stesso problema per i tuoi clienti? Il tuo mercato di riferimento è cambiato?
  • Utilizza un piano snello per documentare i processi che funzionano. Condividi questo documento con i nuovi dipendenti per dare loro un quadro chiaro della tua strategia complessiva.
  • Stabilisci delle pietre miliari fondamenta solide per ciò che intendi realizzare nei prossimi 30 giorni. Assegna queste attività ai membri del team, fissa le date e assegna una parte del budget, se necessario.
  • Mantieni aggiornate le previsioni di vendita e il budget di spesa. Man mano che impari di più sui modelli di acquisto dei clienti, rivedi la tua previsione.
  • Confronta i budget e le previsioni pianificati con i risultati effettivi almeno una volta al mese. Apporta modifiche al tuo piano in base ai risultati.
  • L’aspetto finale e più importante per sfruttare il tuo piano aziendale come motore di crescita è pianificare una revisione mensile (Non mi stancherò mai di dirtelo). La revisione non deve richiedere più di un’ora, ma deve essere una riunione periodica ricorrente sul tuo calendario (Se non lo fai vengo personalmente a scriverlo nel tuo calendario). Nella tua revisione mensile, rivedi i tuoi numeri chiave rispetto al tuo piano, rivedi i traguardi che avevi pianificato di raggiungere, stabilisci nuovi traguardi ed esegui una rapida revisione della tua strategia complessiva.

È più facile di quanto sembri e può farti entrare in quel club del “30 percento di crescita” più velocemente di quanto pensi.

Spero che questo articolo, il primo di una serie di articoli dedicata al Business Plan ti sia piaciuto. Rimani aggiornato.

Voto medio
No rating yet
La mia valutazione:

3 commenti su “Approfondimenti sul Business Plan?”

Lascia un commento